La bellezza è la vita quando la vita si rivela

“La bellezza è una forza che incute paura come la tempesta scuote al di sotto e al di sopra di noi
la terra e il cielo”. Così parla Kahlil Gibran della bellezza nella poesia omonima.

La bellezza è fatta di delicati sussurri
parla dentro al nostro spirito
la sua voce cede ai nostri silenzi
come una fievole luce che trema
per paura dell’ombra.
La bellezza grida tra le montagne
tra un battito d’ali e un ruggito di leoni.
La bellezza non è un bisogno
ma un’estasi,
non è una bocca assetata
né una mano vuota protesa in avanti
ma piuttosto ha un cuore infuocato
e un’anima incantata.
La bellezza è un giardino sempre in fiore
e una schiera d’angeli sempre in volo.
La bellezza è la vita quando la vita si rivela.
La bellezza è l’eternità che si contempla allo specchio
e noi siamo l’eternità e lo specchio.

La bellezza è una forza, la bellezza è la vita quando la vita si rivela. Non è possibile aggiungere altro a quanto già espresso con tanta profondità da Gibran. Il nostro consiglio è quello di leggere il testo intero della poesia e di riflettere sul significato che oggi ha per noi il termine. Crediamo che per cogliere la bellezza occorrano una capacità di ascolto e di osservazione del tutto particolari, forse, più ancora, serve rimanere  immobili e lasciare  che essa entri in noi lasciandosi assaporare.

Luce solare e benessere

Tutti noi avvertiamo un senso di benessere in una bella giornata di sole.

La luce ci mette di buon umore e il calore, se ben dosato, dona a tutto il nostro organismo un’ impagabile sensazione di vitalità.

D’altra parte l’elioterapia, l’esposizione alla luce solare per motivi curativi, era nota fin dai tempi dell’antica Roma e Grecia

Il sole regola i ritmi di vita sulla terra compresi i bioritmi umani.

Il sole scandisce il nostro ritmo di sonno e di veglia e influenza la produzione di serotonina mettendoci di buon umore. Non a caso in paesi come la Norvegia , la carenza di ore di luce in alcuni mesi all’anno, determina un grande aumento di sindromi depressive, tanto che per porre rimedio al problema, molte persone si stanno dotando di lampade per “l’alba artificiale”: lampade il cui scopo è quello di alleggerire il risveglio creando artificialmente una luce solare che gradualmente simula il sorgere del sole illuminando la stanza.

L’esposizione a una calda luce solare mette in moto le nostre ghiandole sudoripare aiutandoci a eliminare tossine e a mantenere un ottimale equilibrio idrosalino.

Esporsi al sole è inoltre il modo migliore per produrre l’indispensabile vitamina D, nostra alleata nella prevenzione e cura di numerose patologie. La carenza di vitamina D rende difficoltoso l’assorbimento del calcio e del fosforo, due elementi importanti per un sano sviluppo di ossa e denti. La vitamina D è inoltre cruciale per l’attivazione del nostro sistema immunitario: senza di essa il nostro organismo non è in grado di reagire e combattere le infezioni.

Recenti studi, annoverano l’elioterapia tra le cure coadiuvanti nella prevenzione e cura di malattie infettive e degenerative come: diabete, pressione alta, psoriasi, malattie cardiovascolari, osteoporosi, artrosi, rachitismo, tubercolosi, sclerosi multipla, alcune forme di acne, eczema, infezioni batteriche e fungine della pelle, malattie del sangue quali alcune anemie e i linfatismi, malattie respiratorie recidive o croniche come l’asma bronchiale.

Anche nelle nostre città dove i ritmi naturali rischiano d’essere compromessi da mille impegni, il nostro corpo chiede luce; tutto sta nell’imparare ad ascoltarlo. Il corpo umano contiene un’innata saggezza, sa cosa è bene per il proprio equilibrio, ecco perché è importante rientrare il contatto con lui, fermarci un attimo nel corso delle nostre giornate frenetiche e rimanere lì, immobili in ascolto.