Quest’inverno mi tuffo nel blu

Le tendenze del makeup dell’Autunno Inverno 2015/2016 prevedono una regola “chiara” che si identifica con un colore, che però, guarda caso, è “scuro”: il blu.

Dagli ombretti agli eyeliner, passando per fragranze e creme ispirate al nuance “nel Blu dipinto di Blu”. Il blu è alter ego del più intenso ma meno magico nero. Il blu ha mille sfumature, che creano una palette infinita: cobalto, petrolio, acquamarina, oltremare…

Come un tuffo nell’oceano, intenso e profondo. La sfumatura più misteriosa del mare tingerà sguardi, unghie e persino labbra per un look intrigante, da apprezzare con calma e riflessione.

Il blu è, infatti, un colore legato all’introspezione. “Evoca il mondo del mistero e del sogno”, afferma Marina Mastropietro, consulente cromatica per persone e ambienti. “Molti studi dimostrano che ha un effetto calmante e induce alla riflessione. Provoca infatti una maggiore attivazione del sistema nervoso-neurovegetativo parasimpatico che abbassa la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, al contrario del rosso, considerato il suo opposto, ma dal punto di vista simbolico-psicologico, non cromatico. Inoltre è il colore della pace, vedi la bandiera dell’Onu e i caschi blu”, prosegue l’esperta.Celestiale I

l blu sarà l’alter l’alter ego cromatico del nero, sia nella moda sia nel makeup.

“È uno dei miei colori preferiti, per questo lo utilizzo tantissimo nei servizi fotografici”, afferma Miriam Langellotti, makeup artist. “Adatto a tutti i toni di iride, è perfetto per ottenere un look naturale, ma si presta anche a effetti grafici. È una tonalità fredda che valorizza maggiormente le pelli chiare o porcellana, rispetto a quelle ambrate. Se si sceglie di applicarlo su tutta la palpebra preferisco gli ombretti in polvere, le texture in crema danno un risultato pittorico e teatrale. Utilizzo i pennelli invece delle dita, più adatte per le formule cremose. Le sopracciglia devono essere minimal: se c’è qualche difetto da correggere scelgo una matita chiara, per non metterle in risalto. Anche le labbra devono avere un tono nudo, mentre creo punti luce con un illuminante cremoso applicato nella parte centrale del viso. Un’altra zona blu, decisamente meno glamour, è l’eventuale presenza di occhiaie. Si mimetizzano con una base correttiva arancio o verde. Per chi ha poca dimestichezza con l’eyeliner, consiglio un’astuzia: tracciare una riga azzurra soltanto al centro, evitando il tratto intero. Il mascara blu scuro crea un effetto che catalizza l’attenzione: lo uso soltanto sulle punte, dopo avere dato intensità alla radice delle ciglia con quello nero”.

[tratto da: http://www.marieclaire.it/Bellezza/make-up/lezioni-di-trucco-ombretti-smalti-mascara-blu]

Il menù delle donne è vegetariano

Il corpo delle donne ha bisogno di farmaci e cure diversi da quello degli uomini. Lo stesso si può dire per l’alimentazione.

Cosa ha di diverso una donna, rispetto a un uomo, dal punto di vista alimentare?

Prima di tutto, sicuramente, ha bisogno di meno calorie.
Inoltre, le donne hanno particolari esigenze nutrizionali rispetto agli uomini, dal punto di vista del fabbisogno di vitamine e minerali.
Alle donne serve ad esempio più ferro ed assorbirlo dagli alimenti ha più valore rispetto a quello che è contenuto negli integratori alimentari.

Ecco, perciò, i piatti perfetti per questa lunga e calda “coda” dell’estate

  1. minestrone estivo di frutta e verdura (che può essere accompagnato da pane, meglio se integrale);
  2. grani misti (integrali) con verdure di stagione, zenzero e yogurt;
  3. insalata a strati colorata con fagioli neri (ricchissimi di ferro), avocado e cipolle (mix bilanciato di vitamine, fibre, omega 3 e proteine vegetali).

Queste ultime possono  farci ridurre il consumo di pesce, che è comunque molto più grasso e oggi spesso con alte concentrazioni di agenti inquinanti come il mercurio.
Gran parte del carico inquinante si concentra in organi che vengono generalmente rimossi prima del consumo (fegato, cervello ed intestino); le parti commestibili ne contengono una percentuale inferiore, ma che può comunque essere dannosa per la salute.

L’omega 3 abbassa i livelli plasmatici di trigliceridi e, grazie alla sua azione antitrombotica, ci protegge dal rischio cardiovascolare.

Questi tre piatti sono solo un esempio, non vanno mangiati a ripetizione. Variare è sempre la prima regola per stare in forma.

Questi suggerimenti ci ricordano che frutta e vegetali freschi di stagione, il più possibile crudi, sono utilizzabili all’interno di ricette gustose, che si digeriscono facilmente e ci rendono la vita più gradevole e leggera.